Archivio mensile:dicembre 2015

La salute dei piedi del coniglio

coniglio piedi

Per quanto possa sembrare strano, l’ambiente protetto della casa e della gabbia può rappresentare un pericolo per la salute dei piedi del coniglio. Poiché la parte inferiore delle zampe è in generale poco visibile, può succedere che anche al proprietario più attento eventuali lesioni in questa zona possano sfuggire fino a che la condizione è ormai avanzata e più difficile da trattare. Poiché come sempre prevenire è meglio che curare, ecco alcuni utili consigli per evitare situazioni incresciose.

Nei cani e nei gatti, la parte inferiore delle zampe (quella a contatto con il suolo), è ricoperta da spessi cuscinetti che fungono da ammortizzatori. Nel coniglio, al contrario, vi è solo il pelo a proteggere i tessuti (pelle, tendini e ossa) della parte inferiore del piede. Materiali duri o abrasivi, come i tappeti ruvidi o il ghiaino per gatti possono “consumare” il pelo, che non funge più da protezione. Il piede del coniglio ha un’altra particolarità: è fatto per camminare sui terreni morbidi, dove le unghie possono affondare. Sulle superfici dure questo non è possibile e le unghie impediscono all’animale di appoggiare tutta la superficie del piede, scaricando il peso solo sulla parte posteriore (il “tallone”), con conseguenze negative. La compressione costante ostacola il circolo sanguigno, portando alla lesione dei tessuti, fino anche alla formazione di ulcere che poi possono infettarsi causando una pericolosa situazione detta pododermatite.

Pododermatite
Pododermatite

Ci sono molte cose che possiamo fare per prevenire lesioni alla superficie inferiore delle zampe.

Movimento

I conigli rinchiusi costantemente in gabbia non sono solo animali tristi e annoiati: la mancanza di attività fisica ha effetti negativi su tutto l’organismo, compresi i piedi. Passando molto tempo fermi, il peso del corpo grava più a lungo sulla superficie plantare.

Superficie adeguata

La gabbia deve avere un substrato morbido, pulito e asciutto. L’ideale è uno spesso strato di fieno sopra uno strato assorbente come carta di giornale o trucioli, oppure il pellet di legno, di carta riciclata, di tutolo di mais o materiali simili. Assolutamente da evitare i fondi “nudi” o peggio le griglie, dannosissime per le zampe dei conigli. Continua la lettura di La salute dei piedi del coniglio

Canarini: 6 miti da sfatare

canarini

I canarini possono vivere in una gabbietta

Capita spesso di vedere dei canarini rinchiusi in una gabbietta minuscola, che consente a mala pena di allargare le ali. Tenere un uccellino rinchiuso in uno spazio piccolissimo è sbagliato, perché volare è un’attività importante per il suo benessere sia fisico che mentale. La gabbia deve essere più ampia possibile, sviluppata in orizzontale per permettere al canarino di compiere almeno dei brevi voli.

canarino in volo

L’insalata fa male ai canarini

L’integrazione della dieta con verdure fresche e frutta è indispensabile. Le miscele di semi secchi non sono complete e bilanciate: sebbene i canarini si nutrano principalmente di semi, quelli assunti in natura, freschi e ancora ricchi di sostanze nutritive, sono ben superiori a quelli commerciali, conservati non si sa come e non si sa da quanto. I semi poi sono molto ricchi di grassi ma poveri di vitamine, mentre queste ultime abbondano nei vegetali freschi. Tra le verdure che si possono offrire, l’insalata va benissimo. Continua la lettura di Canarini: 6 miti da sfatare

Natale sicuro per i conigli

coniglio_natale2

Le feste di Natale rappresentano per la famiglia un’occasione di gioia ma a volte anche di stress, a causa dei preparativi e della confusione causata dall’arrivo degli ospiti. Tutto questo può coinvolgere anche il coniglio di casa, che può inavvertitamente trovarsi esposto a pericoli imprevisti. Vediamo alcune precauzioni da prendere durante questo periodo dell’anno.

Per prima cosa, consideriamo le decorazioni. Le decorazioni elettriche, collegate alla presa di corrente, sono molto rischiose; i fili elettrici vanno messi in sicurezza, impedendo al coniglio di raggiungerli con i denti. Vanno quindi sistemati fuori portata oppure protetti con avvolgi-cavi rigidi, in vendita nei negozi. Mordere i cavi elettrici rappresenta un grave pericolo, perché il coniglio può andare incontro ad arresto cardiaco o causarsi gravi ustioni in bocca. Continua la lettura di Natale sicuro per i conigli